.

.

.

.

chi vi attende al rifugio molignon

vi dà un caloroso
benvenuto!

.

Io sono Meggi. Gestisco il rifugio molignon dal 2001. Il rifugio appartiene alla famiglia da più di 30 anni ed è la nostra casa. Siamo molto fortunati ad essere circondati dalle Dolomiti. Poter trascorrere del tempo in questo luogo magico, rende ogni giorno prezioso.

la nostra storia

un sogno di 100 anni

Il rifugio molignon si erge protetto da una conca, l'arena dolomites, nel cuore del parco naturale più antico dell'Alto Adige, lo Sciliar-Catinaccio. Il parco fa parte della rete europea di aree protette Natura 2000. Da noi non troverete solo aria...

Il rifugio molignon si erge protetto da una conca, l'arena dolomites, nel cuore del parco naturale più antico dell'Alto Adige, lo Sciliar-Catinaccio. Il parco fa parte della rete europea di aree protette Natura 2000. Da noi non troverete solo aria fresca e montagne spettacolari, ma anche una natura rigogliose e diverse specie vegetali. Ci troviamo nel cuore delle Dolomiti, che dal 2009 fanno parte del patrimonio naturale dell'UNESCO, il più alto riconoscimento che esista.

E ora immergetevi nella movimentata storia di questa casa speciale. Per essere precisi, il rifugio esiste dal 1902: già allora era registrato come rifugio alpino. Molti degli anni che seguirono sono avvolti nel mistero. Oggi conosciamo il nome dei proprietari ai quali la Mahlknecht-Schwaige, come si chiamava all'epoca, apparteneva dal 1935. Dapprima fu proprietà di un macellaio di Bolzano di nome Knoll. Egli ricostruì completamente il rifugio, che nel 1936 era stato distrutto da un incendio. Aveva del fiuto e aveva capito il fascino che l'Alpe di Siusi esercitava sugli escursionisti e gli amanti della natura. Il rifugio rimase suo fino al 1942, poi lo vendette a Josef Kompatscher, il proprietario del maso Zimmerlehner di Fiè allo Sciliar, che lo dette in gestione per molti anni. Nel 1963 la gestione passò a Oswald Aichner, che lo amministrò fino al 1965 e poi lo acquistò. Nel 1984 demolì il rifugio e lo ricostruì nella sua forma attuale. Ne mantenne la proprietà e lo gestì per altri dieci anni o poco più, finché non lo vendette nel 1993 a Josef Mahlknecht, conosciuto a Fiè allo Sciliar per essere il proprietario del maso Trafuns. E oggi lo gestisco io, la figlia di Josef. Mi chiamo Meggi e conosco il rifugio fin dall'infanzia. È per questo che ci sono così legata e che non riesco a immaginare la mia vita senza questo rifugio.

Per saperne di più

Dal 2023 la Mahlknechthütte si chiama ufficialmente rifugio molignon. Del resto, per gli italiani si è sempre chiamato così. Il nome fa anche riferimento alla montagna che lo sovrasta e alla sua posizione esatta. Come sarà il futuro del rifugio? Noi non vediamo l'ora di scoprilo. Insieme a voi, ovviamente!

L'immagine mostra una vecchia immagine del Mahlknechthütte e del lago in inverno. In primo piano ci sono diversi sciatori.
La foto mostra la vecchia capanna Molignon con vista sulla collina lunga e piatta.
L'immagine mostra il vecchio silenzio dei servitori. Si vedono cinque diverse capanne di legno e la famiglia Mahlknecht.
L'immagine mostra una vecchia immagine del Mahlknechthütte e del lago in inverno. In primo piano ci sono diversi sciatori.
La foto mostra la vecchia capanna Molignon con vista sulla collina lunga e piatta.
L'immagine mostra il vecchio silenzio dei servitori. Si vedono cinque diverse capanne di legno e la famiglia Mahlknecht.
La foto mostra una camera con moquette e un letto matrimoniale. La camera dispone anche di un balcone.
pernottare in montagna
maggiori informazioni
L'immagine mostra un rifugio con il monte Molignon sullo sfondo e il lago in primo piano.
pazzi per l'alta quota
maggiori informazioni
L'immagine mostra il pelo lungo e piatto in inverno.
vivere la montagna in inverno
maggiori informazioni

_____________________________

Richiesta

Richiesta

Arrivo*
Campo obbligatorio
Inserire un indirizzo email valido
Partenza*
Campo obbligatorio
Inserire un indirizzo email valido
*
Campo obbligatorio
Inserire un indirizzo email valido
*
Campo obbligatorio
Inserire un indirizzo email valido
*
Campo obbligatorio
Inserire un indirizzo email valido
*
Campo obbligatorio
Inserire un indirizzo email valido
Adulti*
Campo obbligatorio
Inserire un indirizzo email valido
Bambini
Campo obbligatorio
Inserire un indirizzo email valido
Età bambino 1
Campo obbligatorio
Inserire un indirizzo email valido
Età bambino 2
Campo obbligatorio
Inserire un indirizzo email valido
Età bambino 3
Campo obbligatorio
Inserire un indirizzo email valido
Età bambino 4
Campo obbligatorio
Inserire un indirizzo email valido
Categoria della camera
Campo obbligatorio
Inserire un indirizzo email valido
Campo obbligatorio
Inserire un indirizzo email valido
Privacy non accettata
I campi contrassegnati con * sono obbligatori.